logo

Newsletter

logo

Social

Contatti


facebook

Indirizzo:

Sede legale - Viale Mario Giardino 46,

96010, Sortino (SR)

 

Sede operativa Teatro - Via Pietro Mascagni 92,

95129 Catania (CT)

 

Botteghino                + 39 095 538188

                   botteghino@teatroabc.eu 

Martedi -Sabato           17:00-20:00

Giovedi  10:00-13:00 / 17:00-20:00

 

Uffici                           + 39 095 538188

Infoline                    + 39 333 778 1632 

Amministrazione   + 39 345 014 0845

 

Uff. stampa ST comunicazione

​                                   +39 393 330 5552

                                    +39 348 186 1882

                    areastampa@teatroabc.eu

AREA STAMPA

info@teatroabc.eu

 

P.IVA 01899560898

18/09/2018, 10:13



COMUNICATO-STAMPA---Guglielmo-Ferro-dirige-Ornella-Muti-ed-Enrico-Guarneri-in-una-‘Governante’-contemporanea.-Da-domani-in-scena-al-Teatro-ABC-di-Catania.


 



Sichiude domani con "La governante" diretta da Guglielmo Ferro l’ottava edizionedella stagione di prosa Turi Ferro. Lo spettacolo-evento, un allestimento tutto’made in Sicily’ firmato da ABC Produzioni, vedrà in scena una coppia ineditaed attesissima: Ornella Muti ed Enrico Guarneri.  
 Doposettimane di prove (cominciate ad aprile al Teatro Quirino di Roma e proseguitea maggio a Catania) il sipario del Teatro ABC si alzerà domani sera e fino adomenica 20 maggio. 
La nuova messa in scena de "La governante" di VitalianoBrancati ha polverizzato il botteghino e le quattro recite catanesi sono già datempo sold out."Ilnostro allestimento - spiega il regista Guglielmo Ferro - rispettaassolutamente non soltanto il testo di Brancati, ma anche lo stesso copioneoriginale. Le tematiche coraggiosamente affrontate negli anni Cinquantadall’autore siciliano sono tutte contemporanee ed attuali. A cominciare daltema dell’omosessualità che costò, tra gli altri, a Vitaliano Brancati unlunghissimo periodo italiano di censura. In realtà - prosegue Ferro -l’omosessualità non è l’unica tematica scottante trattata da Brancati. Ma giàquesta, da sola, rappresentò un ostacolo complicatissimo per la messa in scenadel testo. 
E, come sempre, dietro la censura si cela la paura del diverso edelle diversità. Per cui il tema stesso non è che una delle tante diversità checerta morale ha paurosamente combattuto".Brancatiscrisse "La governante" due anni prima di morire, nel 1952. Per arrivare allaprima messa in scena del testo bisognerà attendere il 1963. E peraltro lamoglie, Anna Proclemer, che se ne incaricò, debuttò Oltralpe, a Parigi.Bisognerà attendere altri due anni (22 gennaio 1965) per la prima messa inscena italiana, post-censura. Sul palco la Proclemer fu affiancata da unostraordinario Gianrico Tedeschi.Idue protagonisti di questo nuovissimo allestimento vestono i panni di CaterinaLeher (Ornella Muti) e Leopoldo Platania (Enrico Guarneri).PerGuarneri una sfida ed una nuova prova d’attore. 
"Mi confronto per la primavolta - spiega l’attore catanese - con il testo di Brancati. Un capolavoroassoluto, rivoluzionario per il suo tempo, che resta ancora attuale e digrandissimo interesse per tutto il pubblico, anche per i più giovani. Il mioLeopoldo resta un pater familiassiciliano, specchio assoluto dei suoi tempi e di una classe borghese in cercadi affermazione. Proprio questo lo aveva portato a trasferirsi dalla Sicilia aRoma, con tutta la sua famiglia. Fino all’incontro con Caterina (la governante)che rivoluzionerà la storia e la sua vita. Ovviamente - conclude EnricoGuarneri - a margine della trama e delle tematiche affrontate, estremamentedure, non posso nascondere l’emozione di condividere la scena con Ornella Muti.Un’icona di bellezza e sensualità che ha colpito l’immaginario di noi italiani.Me compreso".Ancheper la Muti l’allestimento di questo evento teatrale è stato complesso. "Le mieemozioni sin dall’inizio - spiega l’attrice romana - sono state tante econtrastanti. Una vera valanga di sensazioni che sono state vinte da una regiae da una grande compagnia teatrale che mi hanno subito accolta e fatta sentirecompletamente a mio agio. A compensare certe mie inesperienze in ambitoteatrale ci ha pensato Guglielmo Ferro; un regista di grandissimo valore cheper me è stato un vero e proprio coach, guidandomi in tutte le fasi delle provee dell’allestimento". 
In scena Ornella Muti ed Enrico Guarneri sono affiancatida un’affiatatissima compagnia: Nadia De Luca, Rosario Marco Amato, CaterinaMilicchio, 
Turi Giordano, Naike Rivelli e Rosario Minardi (nel ruolo diBonivaglia). Le scene sono state progettate da Salvo Manciagli, i costumifirmati da Dora Argento. Le musiche sono di Massimiliano Pace.


1

Privacy e Cookie Policy

WEBIDOO-logo-footer

Farmed by WEBIDOO

Prove-teatro-ABC112008001

Richiedi maggiori informazioni

* campi obbligatori